consiglio

Verso la meta. La novena fino all'antivigilia

Con queste tre riflessioni di don Tony Drazza, assistente del Movimento studenti di Ac, la novena di Natale ci accompagna fino all'antivigilia. L'attesa sta per consumarsi, come una candela accesa il primo dicembre che ha donato luce al nostro cammino fino alle porte della vera luce.

E' il momento di intensificare la nostra preghiera e di lasciare che la gioia, mista allo stupore inizi a rimpire le ore della nostra veglia.

Verso il Natale. Il quinto giorno della novena

"Nel Natale il Signore si è schierato definitivamente dalla parte dell'uomo", ha detto papa Francesco nell'ultima udienza generale dell'anno, mercoledì 18 dicembre.
Sono le stesse parole che preghiamo oggi, 20 dicembre, nel quinto giorno della novena preparata da don Tony Drazza, nel salmo 31: "Hai guardato alla mia miseria, hai conosciuto le mie angosce; non mi hai consegnato nelle mani del nemico, hai guidato al largo i miei passi".

Continuiamo dunque il nostro cammino verso la festa che ci ricorda che Dio, in Gesù, viene ogni giorno.

Il quarto giorno della novena di Natale

Ecco il quarto giorno (19 novembre) della nostra novena di Natale, un'esperienza intensa in questo periodo di attesa e preparazione che è l'Avvento.

Ecco l'osservatorio permanente dei giovani sul Bene comune

 

Cosa è un osservatorio? È qualcosa che ti permette di guardare qualcosa di vicino o distante e monitorarne la situazione, studiarne i contenuti, gli andamenti. Un osservatorio quindi può essere un luogo dove ci si rivolge per conoscere, informarsi e restare aggiornati su un determinato fenomeno.

Lavoro, formazione e rigenerazione morale

Pubblichiamo la nota con cui i giovani di Azione cattolica intendono dare la lor lettura "responsabile e fiduciosa" del passaggio storico particolarmente significativo che le elezioni dei prossimi domenica e4 lunedì 24 e 25 febbraio rappresentano.

"Abbiamo a cuore il futuro dell'Italia"

A poco più di un mese dalle elezioni per rinnovare il Parlamento del 24 e 25 febbraio 2013, il consiglio nazionale di Azione cattolica si pronuncia sullo stato del Paese.

Le elezioni che si prospettano, alla chiusura si una campagna elettorale che pure si è giocata più sui toni della polemica e su promesse all'apparenza per lo più irrealizzabili piuttosto che sui contenuti, rappresentano un passaggio chiave per il futuro del Paese.

"Il Paese si riconcili con la sua radice cattolica"

Il prof. Mauro Magatti, sociologo dell'Università cattolica del Sacro cuore di Milano, a margine di un confronto con il consiglio nazionale, lo scorso 19 gennaio, dà la sua lettura dello stato del Paese.

Secondo la sua tesi il modello italiano, che va valorizzato senza pretendere di imitare modelli altrui, è cattolico di per sé secondo l'etimologia del termine. Finché l'Italia non si sarà riconciliata con la sua radice cattolica rimarrà nell'impasse.   

Confrontarsi per vedere meglio

A tutti i livelli associativi: parrocchiale, diocesano e nazionale è indispensabile valorizzare i luoghi del discernimento comunitario - assemblea, consiglio, presidenza - che non possono diventare solo spazi organizzativi. 

In questo tempo che l'associazione dedica alle Assemblee, ai Consigli e agli incontri pubblici Regionali proponiamo un interessante articolo che aiuta ed invita a riflettere sulla bellezza dell'esperienza di discernimento in associazione...per vedere meglio!

Per una Chiesa di servizio

Il servizio non è una delle tante cose necessarie per costituire il popolo del Signore, è l’essenza, è lo scopo.

Ricordate il racconto dell’Esodo: il popolo di Dio nasce con la liberazione dall’Egitto. Ora, che cosa ha significato la liberazione dall’Egitto? Secondo l’Esodo, fondamentalmente, è la vocazione di Israele a servire il Signore. E la formula è: lascia partire Israele mio figlio, perché mi serva. E il Signore libera Israele, perché Israele, liberato, possa fare, in piena libertà, questa scelta di servire il Signore.

Laici di Ac: corresponsabilità sociale ed ecclesiale

La presentazione di Sandro Calvani, Direttore dell’ASEAN Regional Centre of Excellence on Millennium Development Goals dell’Asian Institute of Technology di Bangkok (Thailandia) riguarda il tema delle “Strade di corresponsabilità per i laici tra soggetti locali e globali”.