Ecco l'osservatorio permanente dei giovani sul Bene comune

 

Cosa è un osservatorio? È qualcosa che ti permette di guardare qualcosa di vicino o distante e monitorarne la situazione, studiarne i contenuti, gli andamenti. Un osservatorio quindi può essere un luogo dove ci si rivolge per conoscere, informarsi e restare aggiornati su un determinato fenomeno.

Questo desiderio di informazione e conoscenza ben si sposa con l’idea di un giovane che conosce il mondo e che vive a pieno la sua fede, e che con spirito critico sappia valutare e agire nelle situazioni quotidiane.

L’idea del Settore Giovani di Ac, con l’ausilio della commissione bene comune, è proprio quella di creare ambiti di permanente osservazione della realtà, seguire i dibattiti contigenti, attraverso articoli, approfondimenti, suggerimenti, contributi che possono essere messi a disposizione di tutti. Le tematiche sono legate strettamente al bene comune e sono tutte attuali, dalla legalità alla cittadinanza, dalla formazione al lavoro, dalla immigrazione all’integrazione sociale, dall’etica e la politica agli stili di vita.

Un buon punto di partenza per chi, come noi giovani di Ac, non si accontenta di essere un semplice spettatore, ma attore protagonista della vita e del mondo, una responsabilità che ci viene indicata anche nel Progetto Formativo “[…]Dio ci vuole responsabili della città degli uomini,cioè del contesto umano e organizzato di cui siamo parte, che ci è dato come dono e come compito. Essere cittadini significa conoscere e comprendere il nostro tempo, nella sua complessità, cogliendo significati e rischi insiti nelle trasformazioni sociali, economiche e politiche in atto, assumendo l’atteggiamento di chi queste trasformazioni non si limita a rifiutarle o a celebrarle in maniera acritica, ma le affronta come frutto del proprio tempo, ponendosi in esse e lavorando per indirizzarne gli sviluppi; coniugando la capacità di pensiero critico nel giudicare con l’integrità etica nell’agire,ma accettando anche con serenità il rischio delle scelte storicamente situate, nella consapevolezza della parzialità del bene che l’uomo è capace di realizzare.” (Perché sia formato Cristo in voi, cap. 4.2)

Buona lettura!

No votes yet

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.