Fatti di Ac

Rendere ragione della propria fede

"Siamo dedicati soprattutto alla fede della gente, ad aiutarli a fidarsi di Dio, a incontrarsi fiduciosi con Lui. La fede fa parte dei nostri pensieri e interessi? In un mondo che guarda ogni giorno allo spread o a qualche dato delle borse, vale la pena di chiederci se la fede ha il posto che le compete nella nostra vita, nelle relazioni che abbiamo con le persone, nelle stesse istituzioni che serviamo. Ci domandiamo se l’Azione Cattolica presso cui lavoriamo è uno spazio per chi crede e per chi cerca la fede?"

Per una Chiesa di servizio

Il servizio non è una delle tante cose necessarie per costituire il popolo del Signore, è l’essenza, è lo scopo.

Ricordate il racconto dell’Esodo: il popolo di Dio nasce con la liberazione dall’Egitto. Ora, che cosa ha significato la liberazione dall’Egitto? Secondo l’Esodo, fondamentalmente, è la vocazione di Israele a servire il Signore. E la formula è: lascia partire Israele mio figlio, perché mi serva. E il Signore libera Israele, perché Israele, liberato, possa fare, in piena libertà, questa scelta di servire il Signore.

Assistenti adulti, per adulti nella fede

E' iniziato ieri pomeriggio a Roma il convegno nazionale degli assistenti regionali, diocesani e parrocchiali di AC. Fino a giovedì 24, circa centocinquanta sacerdoti di tutta Italia si confronteranno su come essere "Assistenti adulti, per adulti nella fede". A loro, e a tutti gli assistenti della penisola, il grazie per il prezioso servizio che svolgono ogni giorno per l'associazione.

Qui e ora: la commissione di coordinamento al lavoro per l'incontro-festa Giovani e Adulti di ottobre

La commissione di coordinamento per l'incontro-festa dei Giovani e degli Adulti di AC, quasi al completo, è già al lavoro per preparare l'evento. L'appuntamento è dunque per Roma, ottobre 2013: il futuro comincia da qui, e ora!

La Chiesa di fronte al fenomeno migratorio

Le parole di Benedetto XVI, i riferimenti a don Sturzo, l'icona biblica di Gesù al Pozzo di Sicar e ancora il documento sui cristiani nel Medioriente. Sono molti gli spunti di riflessione indicati da mons. Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo durante il suo intervento al convegno organizzato a Roma dall'istituto Toniolo il 1° dicembre scorso dal titolo: "L'immigrazione come grande questione nazionale".

Immigrazione, l'impatto sociale in Italia

Durante lo scorso convegno organizzato a Roma dall'istituto Toniolo (1° dicembre 2012) è stata rimessa al centro del dibattito pubblico l'immigrazione, un tema diventato nel tempo una grande questione nazionale.

"Beati gli operatori di pace" - Anche l'AC in marcia a Lecce.

Si è svolta il 31 dicembre a Lecce la 45esima edizione della Marcia della pace, promossa da Azione cattolica italiana, Caritas, Pax Christi e Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro, insieme con la locale Arcidiocesi. A rappresentare l'AC era presente il vescovo Sigalini, oltre a numerosi giovani e adulti delle realtà locali che hanno marciato per il centro della città con migliaia di "operatori di pace".

L'ACR a udienza dal Santo Padre

«So che voi cercate l’autore della vita, chi vi aiuta a vivere bene, contenti con voi stessi e con gli altri. Ma noi sappiamo chi è questo autore: è Dio, che ci ha mostrato il suo volto. Dio ci ha creati, ci ha fatti a sua immagine, soprattutto ci ha donato il suo Figlio Gesù. (…) Ricordate, cari amici: quanto più imparerete a conoscerlo e a dialogare con Lui, tanto più sentirete nel cuore di essere contenti e sarete capaci di vincere le piccole tristezze che ci sono a volte nell’animo».

#collaboratoridellagioia. Le conclusioni dei vicegiovani nazionali

Educare significa "tirare fuori l'aurora" di ogni persona, aiutarla a far decantare il meglio di lei stessa e lasciare che si esprima. Esattamente il contrario di indottrinare, informare, costringere. Il tutto si basa su una relazione che si gioca su legami di bontà per tutta la vita, legami che guardano all'esterno, a nuovi e ampi spazi di libertà e futuro.

Casagiove (Caserta), un Natale illuminato dall'adesione

Il "sì" più grande del mondo l'ha detto Maria, a Nazaret, 2012 anni fa. Il suo "sì" ha portato al Natale e ha dato concretezza al progetto di redenzione di Dio verso l'uomo: il Natale.