8 Dicembre

Papa Francesco all'AC: «Avanti, con coraggio!»

8 dicembre 2013, Angelus: Papa Francesco si rivolge ai soci di Azione Cattolica nel giorno della Festa dell'adesione: «Auguro ogni bene per il loro impegno formativo e apostolico. Avanti, con coraggio!».

Il nostro SÌ in piazza san Pietro

«Benedico tutti i soci dell’Azione Cattolica Italiana, che oggi rinnovano la loro adesione e la decisione di rispondere alla chiamata alla santità e alla corresponsabilità con i Pastori nella nuova evangelizzazione. Maria vi sostenga e vi accompagni!» Questo il saluto del Santo Padre Benedetto XVI, durante l’Angelus dell’8 dicembre 2012.

Perché in Ac e non altrove?

Perché scegliere proprio la formazione di Ac? «Una proposta formativa fondata sull’essenzialità del Vangelo, uno stile ecclesiale che mette al riparo dalla patologia dell’appartenenza (…). Non si trattava solo di fedeltà “alla tessera”, ma a un modello di vita nella Chiesa in cui la dignità del credente impegnato e il riconoscimento del compito dei pastori di confermare nella fede stavano insieme». Buoni motivi per scegliere ancora oggi l’Ac!

Aderire all'AC, scelta che nasce nel cuore

«Aderire all’AC non è prendere la tessera dell’Automobil Club, che pure può essere una bella cosa per farsi soccorrere quando sei in panne con la tua automobile. È molto meglio che facebook o Badoo: non ti accontenti di rapporti virtuali, ma con i tuoi amici vivi, preghi, gioisci, lavori, scrivi un mondo di relazioni vere, belle e importanti». Mons. Domenico Sigalini associa al verbo aderire all’AC alcuni spunti interessanti per riflettere personalmente ed in gruppo.

Un SI anche al Paese

"Il SI che oggi pronunciamo non è un nostro atto di volontà, non è solo il frutto di un convincente ragionamento in cui abbiamo valutato i pro e i contro della nostra scelta. È, soprattutto, una risposta.  Diciamo SI ad un Dio che dolcemente e decisamente chiama, invita a rialzarsi, a camminare insieme, a farci conduttori di speranza attraverso la narrazione della Sua presenza nella nostra vita". La riflessione del Presidente nazionale, Franco Miano, in occasione della Festa dell'adesione dello scorso anno associativo ci torna alla mente e ci scalda il cuore nell'attesa di un nuovo 8 Dicembre.