strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client0/web35/web/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 0.

associazione

#collaboratoridellagioia - In questa storia entro anch'io

Ecco la sintesi del laboratorio sull'identità associativa che gli educatori dei gruppi giovani e giovanissimi hanno vissuto al convegno nazionale degli educatori "Collaboratori della vostra gioia" a Roma dal 14 al 16 dicembre  2012.

Perché in Ac e non altrove?

Perché scegliere proprio la formazione di Ac? «Una proposta formativa fondata sull’essenzialità del Vangelo, uno stile ecclesiale che mette al riparo dalla patologia dell’appartenenza (…). Non si trattava solo di fedeltà “alla tessera”, ma a un modello di vita nella Chiesa in cui la dignità del credente impegnato e il riconoscimento del compito dei pastori di confermare nella fede stavano insieme». Buoni motivi per scegliere ancora oggi l’Ac!

Laici di Ac: corresponsabilità sociale ed ecclesiale

La presentazione di Sandro Calvani, Direttore dell’ASEAN Regional Centre of Excellence on Millennium Development Goals dell’Asian Institute of Technology di Bangkok (Thailandia) riguarda il tema delle “Strade di corresponsabilità per i laici tra soggetti locali e globali”.

Aderire all'AC, scelta che nasce nel cuore

«Aderire all’AC non è prendere la tessera dell’Automobil Club, che pure può essere una bella cosa per farsi soccorrere quando sei in panne con la tua automobile. È molto meglio che facebook o Badoo: non ti accontenti di rapporti virtuali, ma con i tuoi amici vivi, preghi, gioisci, lavori, scrivi un mondo di relazioni vere, belle e importanti». Mons. Domenico Sigalini associa al verbo aderire all’AC alcuni spunti interessanti per riflettere personalmente ed in gruppo.

Due anni dal 30 ottobre 2010

I ricordi indimenticabili dell'incontro nazionale dei ragazzi e dei giovanissimi dell'Azione cattolica "C'è di più. Diventiamo grandi insieme" avvenuto il 30 ottobre 2010 a Roma, sono ancora nella mente di tutti.

ll sogno si fa vita: 30/40

Qual è la situazione di chi oggi ha tra i 30 e i 40 anni? Quali fattori sociali, economici e culturali definiscono la situazione attuale dei giovani-adulti italiani? il prof. Gianpiero Dalla Zuanna del dipartimento di scienze statistiche dell'università di Padova fornisce qui un'accurata indagine a partire dai dati.

L'agenda del buon presidente (parrocchiale)

Il carisma più grande di un presidente parrocchiale di Ac è quello di accompagnare e curare le persone che gli sono affidate insieme a quelle con cui condivide la responsabilità. Accompagnare, in fondo, è lo stile di Dio che si fa compagno di strada di ciascuno di noi. Non dimentichiamolo.

Laici nella Chiesa. Parola chiave: ministerialità

Laici da una parte, preti dall’altra. È possibile oggi una vera comunione? La parrocchia è il terreno di confronto per una prassi ecclesiale che faccia della corresponsabilità la linea d’unione di una nuova “speranza” cristiana nel territorio. Si fatica a dar corpo all’ecclesiologia di comunione attraverso l’articolarsi ordinato di ministeri e servizi. Occorre uno sforzo in più.
Da Credere Oggi n. 175 del 2010, pag. 90 e segg.