Claudio di Perna

Claudio di Perna

Consigliere nazionale per l’Azione cattolica dei ragazzi (Acr) e membro del Comitato esecutivo dell’Istituto «Giuseppe Toniolo». È educatore professionale e coordinatore di servizi, collabora con la cattedra di Pedagogia della marginalità e devianza minorile presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Viene dalla diocesi di Gaeta.

Claudio di Perna

Consigliere nazionale per l’Azione cattolica dei ragazzi (Acr) e membro del Comitato esecutivo dell’Istituto «Giuseppe Toniolo». È educatore professionale e coordinatore di servizi, collabora con la cattedra di Pedagogia della marginalità e devianza minorile presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Viene dalla diocesi di Gaeta.

La giusta esperienza

Trovi in questo spazio i materiali emersi dal seminario di studi che l'Azione Cattolica dei Ragazzi ha proposto a Mariotto (Bari) los corso 23-24 novembre, proseguendo la riflessione sull'Iniziazione cristiana dei bambini e dei ragazzi. E' stata un'occasione di approfondimento e confronto sulla dimensione esperienziale della catechesi e sulla sua traduzione nei cammini formativi per i più piccoli e nel dibattito della Chiesa, provando a trovare nuove prospettive di impegno.

Ti credo...ci credo! Testimone, catechista, educatore.

Due giorni di studio, confronto, dialogo e fraternità. L'Azione Cattolica dei Ragazzi ha incontrato a Padova, lo scorso week-end, 9 e10 Febbraio, oltre 200 educatori e responsabili diocesani per riflettere su un tema che sta a cuore da sempre all'Azione Cattolica: l'educatore e il suo essere catechista e testimone. Molti relatori hanno condiviso un pezzo di cammino con i numerosi partecipanti. In questo spazio proponiamo i materiali utili per continuare ed alimentare lo studio e il confronto, su questo tema in continua "tensione evolutiva".

Anche per te!

Anche per te! Racconta in modo semplice ed efficace il Concilio Vaticano II, l’evento che cinquanta anni fa ha generato una nuova primavera nella vita della Chiesa. Il Concilio è una vera e propria bussola per i cristiani del Terzo millennio, anche per i più giovani.
Per questo è importante che tutti possano conoscere i tesori che ci sono stati affidati dai Padri conciliari.

Liberi e veri

«Ho sete di questa acqua», disse il Piccolo Principe, «dammi da bere…».
E capii quello che aveva cercato! Sollevai il secchio fino alle sue labbra. Bevette con gli occhi chiusi. Era dolce come una festa. Quest’acqua era ben altra cosa che un alimento. Era nata dalla marcia sotto le stelle, dal canto della carrucola, dallo sforzo delle mie braccia. Faceva bene al cuore, come un dono.

Ascoltare e celebrare

«E come potrei capire, se nessuno mi guida?» E invitò Filippo a salire e a sedere accanto a lui. (At 8,31)