"Date a Cesare quel che è di Cesare" (Lc 20, 20-26)

Con quest'affermazione Gesù sembra quasi "liberarci" dalla logica del Vangelo e ci invita a dare alle istituzioni il dovuto, indipendentemente dal nostro credo, spiega don Gennaro Matino. In realtà, il maestro vuol farci ragionare: la nostra libertà che ci consente di costruire relazioni ha bisogno di regole.


Con quest'affermazione Gesù sembra quasi "liberarci" dalla logica del Vangelo e ci invita a dare alle istituzioni il dovuto, indipendentemente dal nostro credo, spiega don Gennaro Matino. In realtà, il maestro vuol farci ragionare: la nostra libertà che ci consente di costruire relazioni ha bisogno di regole. L'ottica credente ci immette però nella disciplina dell'amore.

Your rating: Nessuno Average: 2 (1 vote)

Questo articolo è in: