L'agenda del buon presidente (parrocchiale)

Il carisma più grande di un presidente parrocchiale di Ac è quello di accompagnare e curare le persone che gli sono affidate insieme a quelle con cui condivide la responsabilità. Accompagnare, in fondo, è lo stile di Dio che si fa compagno di strada di ciascuno di noi. Non dimentichiamolo.

Your rating: Nessuno Average: 4.4 (8 votes)

Commenti

Grazie

UN GRAZIE DI CUORE A Maria Graziano CHE MI DA' LA POSSIBILITA' DI CAPIRE A FONDO I MIEI ORIZZONTI SU QUELLE CHE SONO LE CARATTERISTICHE DI UN PRESIDENTE PARROCCHIALE...BUON LAVORO A TUTTI

Certamente Omar, siamo in

Certamente Omar, siamo in linea di pensiero con quello che scrivi... la parola "leader", infatti, è stata utilizzata nel senso più associativo, come dice l'articolo "cioè come capacità di condividere relazioni, contenuti, esperienze", nella consapevolezza necessario che il presidente parrocchiale diventa sempre il punto di riferimento per l'associazione parrocchiale, in questo senso si parlava di leadership.

ti prego: leader no!

la riflessione mi piace molto, la trovo completa e stimolante. Mi permetto però di dissentire sul termine leader: credo che se pure l'AC cede a questa tentazione non aiutiamo alla comprensione della effettiva natura ecclesiale dell'associazione.

Ho sentito dire più volte: "in AC non ci sono leader"... e considero questo aspetto fortemente caratterizzante.

 

Omar